MUSICA

“Anelo al Nobel”, l’EP dei Colfischiosenza in anteprima esclusiva su Spotify e disponibile su tutti i digital store


Il primo EP della band pugliese è un viaggio nel cantautorato a ritmo swing.

L’8 maggio 2020 è stato pubblicato per la “Stranamente Music” in esclusiva su Spotify, e su tutti i digital store dal 15 maggio, il primo EP dei Colfischiosenza “Anelo al Nobel”.
Cinque tracce inedite, cinque storie, cinque emozioni, cinque musicisti per un racconto vero, ironico, sensuale e talvolta strampalato, di varie forme di amore attraverso strani personaggi tra sogni, ironie e paradossi.

Il lavoro dei Colfischiosenza, cinque musicisti del sud Italia, si è inizialmente concentrato sulle composizioni di quei cantautori che si sono appropriati di ritmi ed armonie afroamericane (swing, bossa nova, tango, milonga, samba, rumba, cha cha cha, etc..) senza mai discostarsi dalla caratteristica italianità fatta di poesia, storie da raccontare, sentimenti non corrisposti, amore e tanta ironia, a voler sottolineare che la canzone all’ italiana non è soltanto quella del “bel canto.
I musicisti fanno il resto, con i loro arrangiamenti e le invenzioni ricamate per ogni singolo brano ad accentuarne il significato.
Con la voce, una chitarra, un clarinetto, un pianoforte, un contrabbasso e una batteria, nasce Anelo al Nobel: un concentrato di storie raccontate con ironia e sentimento, tra le quali emerge una ricerca di ciò che realmente si desidera dalla vita o che si vuole essere. Questo significa “anelare al Nobel”: la massima aspirazione di ognuno di noi, poiché solo essendo noi stessi raggiungiamo, in senso metaforico, i nostri più importanti obiettivi.

Sono le semplici vite quotidiane a fare la storia, ed è proprio nella semplicità che il protagonista di Anelo al Nobel trova la chiave per vincere il suo personale Nobel o come il protagonista de Il ritorno di Antoine, quell’Antoine de Saint-Exupéry, aviatore che, staccandosi dalla terra e dall’attaccamento alle cose materiali, riesce a vedere meglio la sua vita fino “a non distinguere i confini” o il tenore di Diva che vive la dura condizione di essere donna in un corpo di uomo, “chiudevi gli occhi era la voce di un maschietto, li riaprivi ed eri lì, felicemente al suo cospetto”, o come il suonatore di tango in Fango sulle scarpe che afferra lo sguardo di una donna che balla e vive quella passione effimera fatta solo di apparenza che permette di dimenticare magicamente di essere stanco.

Anelo al Nobel racconta storie improbabili, di uomini traditori e traditi come il protagonista di Jessica travolto da un amore che alterna in continuazione i suoi ruoli, “i tuoi baci erano artistici e trascendevo come quei santoni mistici e levitando mi sentivo attraversare dalla luce”.
Scrittori, sognatori, dive e uomini romantici che si nascondono dietro la maschera della superbia, storie di vinti e vincenti che soffrono, gioiscono e falliscono.
Proprio come tutti noi, possibili protagonisti dei cinque brani dell’EP.


CHI SONO I COLFISCHIOSENZA?

Francesco Bianco, chitarra e voce

Andrea Campanella, clarinetto

Stefano Scagliuso, pianoforte

Massimo Bonuccelli, contrabbasso

Francesco Rondinone, batteria

Si sono riuniti per la prima volta nell’agosto del 2012 provenendo da progetti sempre legati al mondo del cantautorato italiano.
Il nome COLFISCHIOSENZA (letteralmente “fischiando o non fischiando”) riporta involontariamente ad un famoso intercalare di un buffo personaggio della commedia italiana e rappresenta la nostra sintesi della vita che si può decidere di affrontarla fischiettando, dimenticando i mille problemi di tutti i giorni, oppure caricandosi sulle spalle ogni preoccupazione, dimenticandosi della leggerezza, della spensieratezza, della musica.

Sono nata a Bari il 18 agosto 1975 sotto il segno del Leone. Amo la musica da bambina, e sono fan sfegatata della regina del Pop: Madonna e del grande artista eclettico e visionario Lorenzo Jovanotti. Adoro collezionare dischi in vinile e nutro anche una grande passione per i manga e gli anime. Oggi mi sono buttata a capofitto nella gestione dei principali social network. Tutto è cominciato nel 2009, quando decisi di prendere in mano "la missione" di far conoscere artisti emergenti, che non escono dai talent e meritano visibilità. Ho continuato questo cammino facendolo diventare un lavoro. Mi occupo sia di artisti emergenti che di attività. Con fermezza sono sicura che la viralizzazione mediatica sia un grande strumento e punto molto su questo nel mio lavoro. Per passione scrivo anche per Faremusic.it

0 commenti su ““Anelo al Nobel”, l’EP dei Colfischiosenza in anteprima esclusiva su Spotify e disponibile su tutti i digital store

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: