INTERVISTA

Intervista | wLog : “Il mio ascoltatore sarà come un mio coinquilino”

Abbiamo intervistato wLog per scoprire da vicino la sua musica attraverso l’ultimo singolo I canini di Vlad.

Una canzone che mostra una Milano scura, cinica e trasgressiva, ma allo stesso tempo dolce e sentimentale”, racconta il cantautore e artista milanese.

Il brano (prodotto da I Tristi presso Bedroom studio in Milano. Mixato e masterizzato da Emyk), che si distingue dalle sonorità dai precedenti singoli pubblicati nel 2020 (Un colpo solo, Indiani d’America e Naftalina) racconta una nuova storia che si ambienta ancora una volta nella Milano by night, tra Le Colonne di San Lorenzo e Brera, con riferimenti romanzeschi e fiabeschi.

Buongiorno wLOG. Intanto piacere di averti qui. E’ uscito il nuovo singolo dal titolo I Canini di Vlad. Hai voglia di parlarci di questo singolo? Qual è il sound che contraddistingue questo brano?

Ciao! Il brano è nato in una delle consuete notti tipo Transilvania del luogo dove abito. Ho voluto raccontare una storia che facesse capire come spesse volte alcuni aspetti di una persona rendano tutto impossibile. A volte le favole diventano inaspettatamente degli incubi. Il sound è adatto alla canzone cosi come è nata. Ho deciso di fare ascoltare altri aspetti del mio estro musicale.

Questo brano farà parte di un EP o di un album?

No. E’ un singolo. Spero in estate ci sarà un album di inediti. Ho tantissimo materiale.

Da dove arriva il tuo nome d’arte?

E’ prima di tutto un acronimo secretato. In matematica è un prova sempre valida , ma che restringe la premessa ad un caso speciale. Ecco mi sentivo un po’ quel caso speciale.

C’è un artista che ti ha ispirato per scrivere le tue canzoni?

In sincerità no. Nascono così spontaneamente.

In un anno difficile come il 2020, sei riuscito ad esibirti prima o dopo il lockdown?

Sia prima che dopo in estate. C’erano restrizione, ma ho avuto la fortuna di suonare in serate bellissime. Ho fatto tre date. Sono contento.

Hai mai pensato di partecipare a un talent o a Sanremo Giovani?

Sono stato contattato, ma non ci andrei. Non credo al talent come prodotto artistico e nemmeno come luogo di valorizzazione dell’artista stesso. Almeno non alle condizioni attuali. Proprio non mi piacciono.

In vista di un ipotetico nuovo album, come lo faresti? Ti piacerebbe sperimentare nuovi sound o pensi di continuare con questo tipo di sonorità che hai scelto?

Farò cose nuovissime. A sorpresa esco con un brano nuovo tra poco e sentirete un sound ancora diverso. Credo che si sentirà wlOG , ma in un altro modo ancora. Voglio una canzone sul momento senza ironia e mezze misure. Non mi piace ci sia questo volta faccia artistico sul momento che viviamo, capisco la necessità di leggerezza, ma c’è un limite.

Per concludere: alla luce di questo nuovo singolo, e in vista dei nuovi che arriveranno. Che cosa si deve aspettare un ascoltatore dalla musica di wLOG?

Grazie per la domanda! Produrrò tanto e tante cose diverse tra loro. Sperimenterò e cercherò di tenere il mio ascoltatore connesso a me e con il momento senza attese e senza strategie. Il mio ascoltatore sarà come un mio coinquilino.

0 commenti su “Intervista | wLog : “Il mio ascoltatore sarà come un mio coinquilino”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: